Quarantena.

Giorno 33.

Avresti mai pensato che tutto si sarebbe fermato così? Di solito eri tu a fermarti, a prenderti qualche giorno di pausa dalla corsa costante che è la vita. Eri tu a metterti in quarantena, per un giorno o qualche ora almeno desideravi rimanere in esilio nel tuo letto. Ed ora? Tutto è cambiato. Il letto è rimasto lì, è rimasto lo stesso, ma ora ti sta stretto. Così come ti sta stretta questa casa e la città tanto grande in cui ti trovi.

Hai sopportato bene i “primi” venti giorni, forse anche qualcosa di più, ma ora… Come si fa a non pensare? Quanto vorresti scappare. E il tuo corpo non aiuta, si sta ribellando, non lo riconosci più, non lo conosci più.

Ora tocca gestire te e lui. E scappare da questo nemico invisibile che ci circonda tutti. Resisti.

Un pensiero riguardo “Quarantena.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...