11-09.

Oggi mi sento di dire solo questo, una frase da finta saggia, una frase scontata:

Godete delle “cose” quanto più potete, che una sera potrebbero portarvele via senza darvi alcuna spiegazione.

Come una sera di vent’anni fa, davanti ai miei occhi.

Mi amava moltissimo, probabilmente più di tutti gli altri. Faceva gesti per quella bimba dai codini sempre storti che non aveva mai fatto prima. Forse perché sapeva già che sarei diventata come lui: forte e testarda. Quante cose insieme ancora avremmo dovuto fare e quante gliene avrei dovute insegnare io, avvicinandolo a questo mondo “troppo moderno”. In realtà io non sono roccia come lui, sono meno forte, soprattutto nei giorni come questo, giorni in cui mi manca un po’ di più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...