Sigarette.

image

Capita, a volte, di sentirsi come una sigaretta. Sì, una di quelle che si fuma quando si è nervosi: fumata in fretta, senza badarci, senza godersela.
Ci sono due soli modi per buttar via questo tipo di sigarette. Il primo consiste nel lanciarle lontano, il più lontano possibile, per far in modo che non ne resti traccia, fingendo di non averla mai fumata, illudendosi che l’odore del fumo non resti addosso; il secondo metodo, invece, è quello di scaraventarle a terra con tutta la rabbia che si ha, come sfogo finale, per calpestarle poi così forte da disintegrarle.
Ma devo correggermi, siamo noi a lasciare che ci trattino come sigarette. Saranno anche dipendenti da noi, ma li uccideremo così lentamente che neanche se ne accorgeranno.
Ed invece dovremmo essere droghe, per confonderli, stordirli. Droghe impure, droghe tagliate talmente tanto male da farli fuori tutti al primo colpo.

©Thegoldenchaos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...