Fragilità.

Sono distesa inerme e dolorante a terra su quella squallida moquette rossa. Non riesco a muovermi.
Dolori ovunque.
All’improvviso le grida della gente precedono la loro disperata corsa verso la salvezza.
E’ un attimo, sono tutti addosso a me.
Sento lo scricchiolio di qualche costola che non era ancora completamente rotta, percepisco qualche sconosciuto esalare l’ultimo respiro.
E poi il boato conclusivo, come il gran finale di un’opera a teatro:
quel maestoso lampadario che avrà affrontato tante battaglie e sarà stato osservato nel corso del tempo da così tante persone, ora è lì a terra fragile quanto noi.

image

Un pensiero riguardo “Fragilità.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...